User Tools

Site Tools


Sidebar

strutture:lnf:da:btf:operazione

Operazione

Si vuole qui descrivere le procedure tecniche necessarie per il funzionamento e la conduzione dell'area BTF. Alcune di queste operazioni competono a gli operatori di DAFNE, altre a gli utenti.

Sicurezze, Radio Protezione, richiesta fascio e accesso all'area sperimentale

Questo paragrafo non e' dedicato a descrivere le norme relative alla Sicurezza nell'area BTF, che sono demandate all'apposito documento di valutazione dei rischi, ma si vuole invece descrivere le procedure operative legate allo svolgimento delle normali operazioni di lavoro durante le attività sperimentali.

Sicurezze e Fasi di Operazione (operazione a carico degli operatori)

La BTF e' abilitata ad operare solamente in due fasi dell'impianto DAFNE: fase GLOBALE, in cui tutte le aree dell'impianto sono state sottoposte a ronda e sono quindi inaccessibili; fase LINAC+BTF, in cui la ronda e necessaria solo al LINAC, nella sala sperimentale della BTF e al livello ZERO accumulatore (ovvero inaccessibilità al piano elevato della sala accumulatore).

NB: temporaneamente, a causa di un problema alla cameretta a ionizzazione dell'accumulatore, da giugno 2008 l'intero accumulatore non accessibile in fase LINAC+BTF. Per questo motivo la chiave di accesso all'accumulatore e' stata saldata alla chiave del LINAC, costringendo, contrariamente a quanto previsto dalle logiche della sicurezza, a spegnere il LINAC per aprire la porta dell'accumulatore. L'accesso al recinto verde e' sempre premesso in fase LINAC+BTF

  1. le fasi vengono impostate dal selettore in atrio DAFNE (GLOBALE o LINAC+BTF).
  2. in fase LINAC+BTF devono essere resettate tutte le camerette di radio protezione a ionizzazione dei main ring o dell'accumulatore eventualmente allarmate
  3. in fase LINAC+BTF devono essere posti a 0 e in standby i magneti di trasporto DHPTT001, DHPTT011, DHRTT001, DHSTT001.
  4. in fase GLOBALE, accumulatore e main ring devono essere rondati.
  5. l'area BTF deve essere rondata, il cancello verde chiuso, le chiavi devono essere state alloggiate nel blocco chiavi in BTF e devono essere posizionate sul "bloccata" (compito responsabilità degli utenti)
  6. il selettore di accesso alla BTF in sala controllo DAFNE deve essere su RUN
  7. per permettere l'accesso a gli utenti in fase LINAC+BTF e' sufficiente/preferibile spegnere il LINAC tramite la chiave LINAC - automaticamente questo renderà verde il blocco chiavi in sala BTF, in modo che si possa sfilare la chiave necessaria per aprire il cancello verde.
  8. in entrambe le fasi (GLOBALE o LINAC+BTF) e' possibile fare accedere alla BTF, ponendo il selettore in sala controllo dafne della BTF su ACCESSO e spegnendo il magnete DHSTB001
  9. il countdown della sicurezza e il suono delle campane nelle aree rondate indica che le procedure sono state eseguite correttamente.
Ronda e Richiesta fascio (operazione a carico degli utenti)

La sala sperimentale BTF non e' accessibile durante l'erogazione del fascio, per questo motivo e' necessario eseguire la ronda nell'area per prima che possa essere inviato effettivamente il fascio:

  1. due pulsanti VERDI posizionati dietro il rack di acquisizione della diagnostica e all'ingresso del portene verde sono necessari per eseguire la ronda. I pulsanti sono verdi e accesi con illuminazione continua, e segnalati da un cartello con la scritta "search".
  2. la procedura di ronda va eseguita in due persone, una posizionata al centro della sala controlla che non entri nessuno e che il compagno non abbia problemi, la seconda verifica che non vi sia rimesto nessuno all'interno dell'area andando a premere i pulsanti di ronda.
  3. va premuto prima il pulsante dietro il rack della diagnostica e poi quello al portone verde. Una volta premuto il pulsante inizia a lampeggiare.
  4. all'interno della sala sono presenti anche due pulsanti a fungo ROSSI, che devono essere premuti solo in caso di emergenza. Essi bloccano l'erogazione immediata del fascio e allarmano - anche in modo sonoro - il sistema delle sicurezze riportando il segnale in sala controllo DAFNE e in tutte le aree di lavoro dell'impianto. Tali pulsanti si trovano dietro il rack della diagnostica e a fianco alla basetta di distribuzione cavi verso la sala controllo BTF.
  5. una volta premuti i pulsanti di ronda, si esce dall'area sperimentale e si chiude il cancello verde a chiave.
  6. per controllo che la ronda sia stata eseguita correttamente si puo' osservare il sinottico al lato del cancello, dove il led "ronda ok" deve lampeggiare, in caso contrario bisogna eseguire nuovamente la ronda (problemi possono essere causati dal fatto che il portone verde non sia stato chiuso bene, o dal beam stopper BTF che ha avuto problemi ad uscire. In questi casi e' bene contattare la sala controllo DAFNE)
  7. chiuso il cancello verde si sfila la chiave e si immette la seconda chiave più piccola (legata assieme) nel pannello di consenso sul muro, girando la chiave verso destra ("bloccata")
  8. si chiama il 2400 e si chiede fascio.
  9. non appena suona la campana si puo' accendere il magnete DHSTB001 per il trasporto del fascio
Accesso all'area sperimentale (utenti)

Per accedere all'area sperimentale gli utenti devono:

  1. spegnere il magnete DHSTB001 e porlo in Standby
  2. telefonare in sala controllo DAFNE (2400) e chiedere l'accesso
  3. una volta VERDE il led sul pannello di interlock della chiave, girare la chiave verso sinistra ("sblocca") e estrarre il mazzo di chiavi.
  4. aprire con l'altra chiave il cancello verde e accedere all'area sperimentale

NB le luci della sala sperimentale si trovano in sala controllo BTF di fronte (alle spalle di chi entra) al cancello verde, sono 3 interruttori indipendenti

Accesso all'area sperimentale (operatori)

Per far accedere gli utenti all'area sperimentale, una volta ricevuta la telefonata, gli operatori devono:

  1. sincerarsi che il magnete DHSTB001 sia a 0 e in standby, evidenziato dall'omonimo led rosso sopra la chiave di accesso
  2. girare la chiave di accesso alla BTF verso destra ACCESSO

Strumenti di Controllo e Gestione del Fascio

Le operazioni sopra descritte permettono l'erogazione del fascio da parte del LINAC, ma in generale non sono sufficienti ad avere il fascio o la singola particella delle caratteristiche richieste. Per questo, quando possibile, si possono utilizzare degli strumenti diagnostici per il controllo delle caratteristiche richieste. Nel capitolo dedicato alla diagnostica vengono descritte in dettaglio le procedure di operazione e i setting necessarie al funzionamento dei singoli dispositivi. Qui descriveremo solo il loro controllo al fine di monitorare le caratteristiche del fascio.

Magneti

I magneti di trasposto della BTF sono importabili attraverso le applicazioni del sistema di controllo di dafne

strutture/lnf/da/btf/operazione.txt · Last modified: 2016/01/13 16:12 by valentep@infn.it